Superlega A1: lo sprint finale fra infortuni e scontri diretti

Leave a Comment


Mancano ormai solo 4 giornate al termine della Regular Season, domenica 6 marzo verso le ore 20.30 sapremo quali saranno gli accoppiamenti dei quarti di finale che ci condurranno verso la finale scudetto che deciderà chi subentrerà a Trento nell'albo d'oro. I motivi di interesse e le sfide in ballo in questo finale di stagione regolare sono innumerevoli, molti saranno gli scontri diretti che avranno un peso specifico fondamentale nella graduatoria finale; va purtroppo ricordato che molti sono anche i giocatori che per problemi fisici non stanno dando il loro apporto alle rispettive squadre o che stanno giocando con il freno a mano tirato a causa del calendario fittissimo di questa strana stagione.

Ngapeth, croce e delizia di Modena
Il duello di testa fra Modena e Civitanova si preannuncia avvincente e avrà il suo primo appuntamento domenica prossima con lo scontro diretto in programma al PalaPanini, sulla corsa a due per il primo posto (che garantisce anche l'accesso diretto alla prossima Ch. League) non possono non pesare i problemi fisici di Petric costretto a fermarsi per almeno 15 giorni per poi essere rivalutato dallo staff medico della squadra emiliana. Ancora più pesante per Modena potrebbe essere la settimana successiva quando, nel turno infrasettimanale, i gialli freschi vincitori della Coppa Italia si recheranno in quel di Perugia privi anche di NGapeth che volerà in Francia per risolvere alcuni problemi di carattere personale; vista la difficoltà di reperire posti4 di livello liberi sul mercato Lorenzetti dovrà inventarsi una formazione d'emergenza per l'occasione con la possibilità di far debuttare il giovane figlio d'arte Luca Sartoretti o spostare Luca Vettori in banda con Casadei opposto a Bruno. In casa Lube da risolvere i problemi fisici di Juantorena ma la profondità della rosa marchigiana dovrebbe consentire a Blengini di centellinare le presenze dell'italo-cubano in modo da preservarne la spalla in vista dei playoff. Inutile dire che la scontro di domenica si potrebbe rilevare decisivo, soprattutto in caso di affermazione dei biancorossi che nelle giornate successive riceveranno Molfetta, si recheranno a Monza e chiuderanno in casa con Trento che a quel punto potrebbe già essere certa della sua posizione in classifica. Modena invece nelle ultime due giornate andrà a Forlì per affrontare Ravenna e chiuderà in casa con Padova in una partita che per i patavini potrebbe voler dire accesso ai playoff.

Filippo Lanza, problemi al ginocchio per lui
Per quanto riguarda il terzo posto Trento può guardare abbastanza tranquillamente al tabellone dei playoff in quanto con 6 punti conquistati nelle prossime 4 partite dovrebbe mettere al sicuro almeno la terza posizione. Se il cammino dovesse essere migliore allora si potrebbe addirittura dare un occhio verso il secondo posto nel caso di crollo di una delle due contendenti. Nella squadra trentina i problemi fisici riguardano Pippo Lanza, fermato precauzionalmente nella trasferta belga di Ch. League e centellinato da Stoychev nelle ultime due partite di campionato, per il capitano trentino problemi al solito ginocchio sinistro e programma di recupero in vista dell'inizio dei playoff. Nella prossima giornata Trento farà visita a Latina per poi ricevere nelle doppia sfida interna Milano e Verona chiudendo poi all'Eurosuole Forum di Civitanova Marche. Sul fronte mercato sempre più insistenti le voci di un ritorno di Kaziyski anche il relazione ai problemi fisici di Lanza, ritorno al momento pieno di punti di domanda soprattutto perchè il kaiser bulgaro sta tuttora giocando i playoff con la sua squadra in Giappone e fino all'ultimo giorno di mercato non sarà possibile capire se potrebbe o no tornare in Italia per dare una mano ai suoi ex compagni di squadra.

Relativamente sicura della posizione anche Perugia che , nonostante i vari problemi che affliggono gli schiacciatori umbri, veleggia al quarto posto e come detto sopra potrebbe approfittare dei problemi di Modena nel turno infrasettimanale di mercoledì 24. Domenica gli umbri si recheranno sul difficile campo di Molfetta mentre alla penultima saranno di scena a Piacenza per poi chiudere in casa con Latina. 

Starovic
pesante la sua assenza in casa Verona
I punti di svantaggio di Verona su Perugia sono solo 3 ma la sensazione delle ultime uscite degli scaligieri è ben peggiore; nelle ultime due partite sono arrivate altrettante sconfitte per 3-1 ad opera di Civitanova in casa e nel derby veneto giocato domenica a Padova. La squadra di Giani sta crollando sia in classifica che nel gioco; gran parte dei problemi dei gialloblu nascono dall'assenza prolungata dell'opposto titolare Starovic che, anche a causa dello scarso apporto dato dal suo vice Bellei, sta costringendo il Giangio a soluzioni di fortuna con il belga Lecat schierato da finto opposto/ricevitore. Il finale di Regular Season, tolta la trasferta di Trento di domenica 28 febbraio , sembra favorevole per una ripresa di Baranowicz e compagni che si recheranno a Milano per poi ricevere Ravenna e Monza al PalaOlimpia.

E' bagarre totale per quanto riguarda gli ultimi 3 posti che garantiscono l'accesso alla post season, al momento la classifica recita:

6.Molfetta 24
7.Latina 20 (una partita in meno)
8.Padova 20
9.Monza 19
10.Romagna 18 (una partita in meno)

Hernandez, trascinatore di Molfetta
Tenendo conto della partita che si gioca stasera fra Latina e Romagna al PalaBianchini si capisce come i giochi per i playoff siano apertissimi. Molfetta è sicuramente favorita per la lotta al sesto posto anche se il trend della ultime uscite non è di certo positivo viste le sconfitte in casa con Monza e il pesante ko di Trento; i pugliesi riceveranno Perugia per poi recarsi a Civitanova prima dello scontro diretto con Latina da giocare in Lazio domenica 28 febbraio, 7 giorni dopo arriverà al PalaPoli Piacenza. I pontini nelle ultime 4 giornate  riceveranno Trento ed appunto Molfetta mentre affronteranno lontani dal campo amico Piacenza e Perugia.
La sorpresa della stagione non può che essere Padova che si giocherà molto probabilmente l'accesso ai playoff nelle prossime due sfide con Ravenna a Forlì e in casa con Monza, 3 punti d'obbligo alla penultima con Milano per poi chiudere al PalaPanini con Modena. Altra squadra che si sta ben comportando è Monza che spera di non dover troppo rimpiangere i 3 punti persi nel derby con Milano, nelle ultime 4 i brianzoli affronteranno Piacenza e Civitanova in casa e si recheranno a Padova per chiudere sul campo di Verona. Troppi alti e bassi hanno invece contraddistinto la stagione di Ravenna che, dopo la partita sul campo di Latina nel posticipo, riceverà la visita di Padova e Modena e si recherà a Verona per la difficile trasferta del 24 febbraio; chiusura senza patemi in casa con Milano.

Sarà lotta a due per evitare l'ultimo posto in graduatoria con Milano che parte avvantaggiata su Piacenza grazie ai 4 punti in più in graduatoria.