Superlega A1: Modena al quinto su Verona, la Lube rosicchia un punticino

Leave a Comment
E' tornata in campo la Superlega dopo il mese di stop e il ritorno dei quarti di coppa Italia, ecco il riassunto di giornata :

PADOVA - TRENTO 2-3:



Foto TRABALZA
Partita piuttosto bruttina quella che va in scena al Pala Kioene di Padova fra i padroni di casa della Tonazzo e gli ospiti della Diatec Trentino. Nei sestetti iniziali l'unica variante è la partenza nello starting six dei campioni d'Italia del belga Van de Voorde in luogo di Daniele Mazzone, confermati gli altri 13 della vigilia. Nel primo set regna l'equilibrio fino al servizio di Giannelli che crea il primo solco per gli ospiti verso metà set, a fatica e con molti errori dai 9 metri (saranno 33 a fine partita nelle due metà campo) Trento si guadagna la prima palla set malamente sprecata da Giannelli che si fa difendere un facile slash su servizio di Van de Voorde; Padova annulla un altro set point con un muro su Solè e va a prendersi il set con l'attacco di Giannotti per il 30-28 finale. Il secondo set vede la riscossa dei trentini che arrivano ad avere anche un vantaggio di 7 punti verso metà parziale ma, un pò come successo in coppa Italia con Molfetta, sprecano molto arrivando al punto a punto a fine parziale. Coach Baldovin effettua alcuni cambi togliendo Giannotti e Cook per Milan e Quiroga azzeccando entrambe le mosse; è l'amuleto trentino Bratoev a risolvere il parziale con un ace sporcato dal nastro per il 24-26 finale. Il terzo set è il più lineare del match con Padova che lo conduce nel gioco  e nel punteggio fin dai primi scambi; Trento gioca male, a pagare per tutti è Giannelli autore di una prova senza infamia e senza lode e sostituito da Bratoev. I frutti del cambio si vedono a partire dal quarto set dopo che la Tonazzo si era aggiudicata il terzo per 25-22, Trento si aggrappa a Djuric e l'opposto greco fa la differenza in break point e, vista la latitanza a muro, Rado Stoychev prova la carta Mazzone per un Van de Voorde positivo solo in attacco ed in battuta; la mossa porta due muri punto importanti per andare a chiudere il parziale sul 19-25 e portare la sfida al quinto set. L'equilibrio nel quinto set dura poco, già sul 2-5 si può intuire che i 2 punti stanno prendendo la strada di Trento, a suggellare la vittoria degli ospiti gli ultimi due muri di Djuric (saranno solo 9 di squadra per i trentini) su un comunque positivo Berger per il 9-15 finale.


MODENA - VERONA 3-2


Smaltite ufficialmente le scorie del mancato accesso alle finali di coppa Italia, Verona torna dalla trasferta modenese con un punto prezioso in classifica. 

La gara ha dimostrato agli scaligeri che possono giocarsela con la capolista, Sander gioca forse il suo miglior match della stagione (23 punti, 46% in attacco), Zingel alza la saracinesca e con l'aiuto di Lecat stampano in due 10 dei 17 muri totali di squadra. 
Due le novità: Verona deve rinunciare a Kovacevic, mentre Lorenzetti schiera il duo Nikic - Petric in posto 4.
Nel primo parziale Modena fa valere la sua maggior tranquillità, Bruno apre le danze con un paio di punti personali ed è subito fuga sul 5-0. 
Sander e Zingel sono i piu in palla tra le file avversarie e spingono per il rientro (8-5). 
Foto pagina facebook Bluevolley Verona
Il match prende la piega dell'equilibrio, agli attacchi di Modena rispondo con costanza quelli di Verona, ma sul 16-15 arriva il break dei padroni di casa che allungano fino al 23-17 definitivo per le sorti del parziale. 
Nel secondo parziale Verona non si lascia schiacciare ma passa a condurre con un paio di buoni servizi e passa avanti al primo time out tecnico (12-10). 
La ricezione modenese salta e Sander al servizio trova il break del +5 (11-16), Bruno e compagni trovano il guizzo e rientrano fino al -1, Verona resiste e chiude con l'arma in più del parziale : il servizio. 
Sembra tornare nella mani di Modena il pallino del gioco quando in apertura di terzo parziale c'è subito un break, ma al rientro in campo dopo il time out tecnico la truppa di Lorenzetti si blocca, Sander e Zingel tornano ancora protagonisti e Verona mette il naso avanti (16-13). 
Modena fatica, Verona tiene il vantaggio saldamente e conquista il terzo parziale. 
Il quarto parziale, fino a metà, e fotocopia di quello precedente. La differenza sta nelle seconda parte di set, i padroni di casa questa volta non si inceppano, con Ngapeth e Petric protagonisti arriva il pareggio sul 2-2. 
Il tie break è tutta un'emozione, Verona parte avanti, sembra avere in mano il pallino del gioco ma due errori in attacca rilanciano Modena, Petric ne approfitta e trova il break del 13-11, Lecat pareggia e si avvia la roulette dei vantaggio, alla fine ad essere premiata è Modena. 


PIACENZA - CIVITANOVA 1-3

Soffre più del previsto la Lube Civitanova sul campo di Piacenza ma alla fine riesce a portare a casa 3 punti che le consentono di accorciare in classifica su Modena.  Alla vigilia sembrava che Osmany Juantorena potesse riposare per non aggravare il problema alla spalla che lo affligge da qualche settimana; alla fine invece è Milijkovic che si accomoda in panchina per lasciare spazio ad un Fox Fei da 24 punti con il 62% in attacco. Piacenza (con Papi libero) gioca bene nel primo set con un Perrin sopra le righe e se lo aggiudica per 25-22 ma dal secondo set in poi arriva la riscossa biancorossa marchigiana guidata dall'ex Fei e ben supportata da Juntorena; il secondo set vinto sul filo di lana (23-25) risulta poi decisivo per le sorti dell'incontro visto che nel terzo e quarto set la squadra di coach Blengini controlla il gioco imponendosi a 22 e 17.

ROMAGNA - MOLFETTA 3-1

Foto Zani
Trova un vittoria convincente la CmcRomagna tra le mure amiche, in un match tutt'altro che facile.
Molfetta non ha giocato certamente uno dei suoi match migliori (la stanchezza del ritorno del match di coppa Italia si è fatta sentire) ma dal canto loro i ragazzi di Kantor sono apparsi in una buona fase, ottimo finalmente l'apporto del reparto centrali (21 punti in due e 9 muri). 
Parte subito bene Ravenna nel primo parziale, Mengozzi mette subito in mostra il suo muro, il servizio è ficcante e i padroni di casa fanno suonare per prime la sirena del primo time out tecnico (12-10).
Molfetta di scuote, ferma a muro gli attaccanti di casa e impatta sul 15-15, Ravenna trova ancora spunto dal muro, Molfetta sbaglia qualcosa e arriva il break decisivo per il primo set.
Il secondo set ha una sola squadra in campo: Molfetta. 
Ravenna balla in ricezione, Molfetta alza il muro e scappa via a metà parziale grazie anche all'attacco di casa che fatica. 
Ravenna non subisce, parte carica e trova subito il break in avvio di terzo parziale, Ricci si fa trovare pronto e "ferisce" a piu riprese la difesa avversaria. Ravenna vola via sul 12-6 complice una difesa che funziona. 
I cambi di Montagnani sembra far momentaneamente bene alla sua formazione, ma l'idillio dura poco, Torres martella, Van Garderen si ritrova e il set prende la via dei padroni di casa.
Il quarto parziale è tutto a marca ravennate, Torres e compagni non si perdono per strada, mantengono la giusta cattiveria e sfruttano ogni pallone, il break fondamentale è quello del 21-17, da lì è una discesa verso una vittoria che rilancia un po' la formazione romagnola. 

PERUGIA - MILANO 3-0
Foto pagina facebook Sir Safety Volley
Facile vittoria per 3-0 di Perugia su Milano al PalaEvenglisti nell'anticipo televisivo della seconda giornata di ritorno; una partita mai in discussione dove il mister perugino Kovac a potuto far rifiatare Birarelli schierando Alberto Elia (8 punti con 3 muri) in diagonale con capitan Buti. Parziali nettissimi a 21,17 e 17 che denotano la differenza in campo fra le due compagini con gli umbri che hanno potuto contare su un Atanasijevic dalle percentuali mostruoso (69% in attacco) e un attacco di squadra su livelli altissimi (62%), soprattutto se confrontato con quello avversario (39%) nel quale si può salvare solo la prestazione di Todor Skrimov. Domenica positiva per i padroni di casa che guadagnano un punto su Trento, prossimo avversario sabato prossimo al PalaTrento, e 2 punti su Verona.



MONZA - LATINA Martedì ore 20.30 diretta RaiSport1


Classifica di Superlega dopo la seconda di ritorno