Superlega A1: Top&Flop del girone di andata

Leave a Comment
Siamo al giro di boa del campionato di Superlega, il momento adatto per tirare i primi bilanci di stagione. Riviviamo le prime 11 giornate di Regular Season individuando quali squadre e giocatori si sono particolarmente distinti e chi invece ha deluso le aspettative

TOP GIOCATORI:

  • Osmany Juantorena - Cucine Lube Banca Marche Civitanova: girone di andata di altissimo livello per l'ex giocatore di Trento ed Ankara, punto di riferimento costante in attacco per Christenson, ha spesso portato avanti da solo il gioco delle Lube soprattutto nelle prime giornate di campionato. Non ancora incisivo al servizio dove probabilmente paga anche alcuni problemi alla spalla; un ritorno importante per il campionato italiano.
    Osmany Juantorena - prima stagione in maglia Lube
  • Hernandez Ramos - Exprivia Molfetta: era partito un pò in sordina ma il finale di girone d'andata è da incorniciare per l'opposto cubano che, in coppia con il suo attuale compagno di squadra Hierrezuelo, portò Cuba all'argento mondiale nel 2010 a Roma nella finale persa con il Brasile. Autore della miglior prestazione in termini di punti in una partita (39 contro Latina) sta diventando uno dei giocatori più decisivi del campionato grazie anche alla sua forza devastante anche dai 9 metri (37 ace nel solo girone di andata: il secondo, Torres, è fermo a quota 19)
    Hernandez - qua premiato come mvp nella sfida con Padova
  • Uros Kovacevic - Calzedonia Verona: l'ex Modena era partito fra molti alti e bassi ma da qualche settimana viaggia su percentuali d'attacco (55%) e di ricezione notevoli. Giocatore eclettico che ben si sposa con il suo alzatore Baranowicz, sicuramente un innesto azzeccato per Verona. Un giocatore che sta sfruttando al meglio l'opportunità di giocare con continuità dopo l'anno passato all'ombra di Petric e N'Gapeth a Modena
    Uros Kovacevic - prima stagione a Verona


FLOP GIOCATORI:


  • Simon Van de Voorde - Diatec Trentino: era stato presentato come uno dei colpi del mercato trentino ma il centrale belga ex Latina in poche circostanze ha mostrato il suo potenziale. Il miglior centrale e miglior muratore della scorsa stagione ha faticato più del dovuto a trovare l'intesa con Giannelli ed è spesso sembrato un corpo avulso al resto della truppa trentina. Sicuramente il grave infortunio del finale dello scorso campionato lo sta limitando ma dal numero 14 trentino ci si aspetta il salto di qualità nel girone di ritorno
    Simon Van de Voorde -
    il suo rendimento non ha soddisfatto i tifosi trentini
  • Simone Parodi - Cucine Lube Banca Marche Civitanova: reduce da problemi fisici le apparizioni dello schiacciatore ligure in maglia biancorossa sono state spesso insufficienti; paga grosse difficoltà nei fondamentali di prima linea costringendo spesso Christenson a forzare il gioco su Juantorena. Nelle ultime partite Blengini ha optato per il lancio definitivo di Cebulj schierando Cester al centro per la quota italiani e lasciando Parodi in panchina.
    Simone Parodi -
    difficoltà a ritrovarsi dopo i numerosi problemi fisici
  • Hristo Zlatanov - Lpr Piacenza: il capitano di mille battaglie in questo girone di andata è spesso naufragato insieme alla barca piacentina non riuscendo a caricarsi la squadra sulle spalle e trascinarla fuori dalle sabbie mobili. A riguardo sono eloquenti le basse percentuali di attacco che il numero 11 biancorosso ha sfoderato in queste prime 11 giornate; numeri non consoni alle indiscusse potenzialità dell'italo-bulgaro
    Hristo Zlatanov - in difficoltà come tutta la squadra



GIOCATORE SORPRESA:

  • Simon Hirsch - Ninfa Latina: arrivato in punta di piedi ad inizio stagione ed elevatosi a protagonista grazie anche ai continui problemi fisici che stanno tartassando quello che doveva essere il colpo da 90 del mercato pontino, il russo Pavlov. Il bomber tedesco alla sua prima stagione in Italia sta dimostrando grandissime doti e un potenziale notevole riuscendo spesso a spiccare anche nelle partite in cui la sua squadra non ha brillato
    Simon Hirsch - nota positiva di questo inizio stagione
  • Taylor Averill - Tonazzo Padova: il baffuto americano si sta dimostrando uno degli innesti azzeccati del roster patavino, da circolino rosso la sua prova contro la Lube Civitanova. Braccio rapido e attenzione a muro per un giocatore che nel girone di ritorno non potrà che crescere ulteriormente.
    Taylor Averill - ha mostrato doti fisiche e tecniche




TOP SQUADRA:
La nostra Top squadra alla fine del girone di andata è la Dhl Modena, 11 partite giocate con 10 vittorie ed 1 sola sconfitta per i ragazzi di Lorenzetti che cadono solo nel big match di Trento (3-2) dopo essere stati avanti 2-1. Fiore all'occhiello la vittoria al quinto set di Civitanova contro la Lube, da segnalare anche la netta vittoria (0-3) del PalaOlimpia  contro Verona e la convincente affermazione casalinga contro Perugia (3-1). Considerando le sfide fra le prime 5 squadre è quella che ha totalizzato più punti (9, Civitanova 8, Trento 6, Verona 4, Perugia 3).
Modena festeggia la conquista della Supercoppa (3-2 su Trento)



FLOP SQUADRA:
La nostra Flop squadra per il girone di andata è la Lpr Piacenza: illusoria netta vittoria all'esordio contro Milano (3-0) seguita da 10 sconfitte consecutive che hanno portato la squadra di Giuliani a condividere l'ultimo posto in classifica proprio con i meneghini. In molti dicono che per questa stagione è già molto vedere i biancorossi giocare ancora in Superlega, non possiamo che essere d'accordo ma visto il roster a disposizione qualcosa di più ce lo si poteva aspettare. Gli infortuni a Manià e Papi (e il conseguente ingaggio di Lampariello) sono stati la ciliegina sulla torta piacentina dal sapore amarissimo.
Piacenza ringrazia i tifosi dopo la sconfitta di Civitanova (3-0)


SQUADRA SORPRESA:
Vogliamo premiare due squadre come le sorprese di questo girone di andata: la prima è la Gi Group Monza, ottava in classifica a quota 12 punti e quindi entrata di diritto nel tabellone della Coppa Italia (ospiterà Modena il 22 dicembre per l'andata dei quarti di finale) grazie al buon lavoro svolto da mister Vacondio; nelle ultime giornate si è registrata la crescita esponenziale del brasiliano Renan. 
Foto di gruppo per Monza dopo la vittoria di Piacenza

Tre punti sotto Monza troviamo la Tonazzo Padova capace di mettere in difficoltà Trento e Civitanova e di imprese notevoli come le vittorie sui campi di Piacenza e Milano; molte le scommesse nel roster di Baldovin ed alcuni giocatori promettenti come Cook, Averill e Berger; senza contare l'apporto di uno dei migliori giovani italiani di questa Superlega, il libero Fabio Balaso
Padova a ranghi ridotti il giorno del raduno