Superlega, 9° giornata: Modena batte Perugia nel big match, la Lube espugna Molfetta

Leave a Comment
In questo weekend "di festa" anche noi di Jumpin ci siamo riposati, senza girare come trottole per i palazzetti italiani come di consueto. Non possono mancare però i riassunti e le cronache di tutte le gare della 9° giornata di Superlega! 

Ma non c'è un attimo per riposarsi: in concomitanza con la festa dell'Immacolata si giocherà un turno infrasettimanale.

Milano - Trento 0-3:


foto Trabalza
Nell'anticipo della nona giornata di Superlega Trento espugna per 3-0 il PalaBorsani di Castellanza, casa della Revivre Milano. Fra i padroni di casa debutto per il regista Boninfante, finito all'ombra della Madonnina nello "scambio" con Sottile; fra gli ospiti a sorpresa parte titolare Tine Urnaut lasciando (finalmente) a riposo il capitano Filippo Lanza. 

I parziali a 19, 23 e 23 fotografano abbastanza bene l'andamento della partita con Milano che sembra giocare con un altro spirito rispetto a quella squadra scialba vista in campo fino a pochi giorni fa, buone le prove di Milushev e Skrimov. Rimangono comunque 9 le sconfitte su 9 partite disputate, nelle prossime due sfide con Padova e Romagna la formazione di Monti è attesa alla conferma delle buone impressioni lasciate sabato. 
Fra le fila trentine invece una partita giocata quasi con il freno a mano tirato con accelerazioni decisive nei finali di set, buona la prova di Djuric (premiato come mvp) e di Urnaut, che pare tornato a tutti gli effetti a disposizione di Stoytchev.

Modena – Perugia 3-1:

Nel big match di giornata la squadra di Lorenzetti rimanda a casa gli umbri con 0 punti in tasca, mantenendo il primato della classifica in coabitazione con la Lube. Perugia, con Fromm infortunato, parte con l’americano Russell titolare (per lui 17 punti e il 48% a rete), Atanasijevic mette a segno 18 punti ma con un basso 35% di realizzazione. 

A parte il primo set, dominato da Modena grazie anche a 4 ace, gli altri parziali sono stati tutti molto combattuti, da segnalare che sia il secondo che il quarto set sono stati conclusi da errori di Kaliberda. Molto meglio Perugia a muro (13 contro 7) ma molto meglio Modena al servizio (6 ace e 11 errori, mentre per gli ospiti solo 2 ace ma 21 errori).
Per Modena prova alquanto sottotono per Ngapeth (12 punti ma solo 10/36 in attacco), forse ancora alquanto turbato dalle polemiche della settimana nate dopo il suo post su Instagram? Non brilla nemmeno Petric, mentre Vettori inanella un’altra ottima prestazione con 17 punti e il 49% a rete. 

Molfetta – Civitanova 1-3:


foto Lube Volley
I marchigiani tornano indenni dal difficile campo di Molfetta, dove solo pochi giorni fa Trento campione d’Italia ci aveva lasciato le penne. 4 set di battaglie e palloni combattuti fino all’ultimo, ma la Lube ha saputo approfittare delle debolezze dei padroni di casa, specialmente nel finale. 

Per la Lube da registrare ancora un sontuoso Juantorena, 19 punti e il 68% a rete, con 28 alzate ricevute: il campione italo-cubano riuscirà a mantenere questi altissimi ritmi fino a fine stagione? Ma la vera star della serata è stato Hernandez, premiato mvp nonostante la sconfitta grazie a 32 punti, 64% a rete e 5 ace, l’unico dei suoi ad andare in doppia cifra insieme al centrale Candellaro (10 punti), e questo la dice lunga. 

Ancora una grandissima prova di Podrascanin (12 punti, 77%) e di Cebulj, che parte titolare solo nell’ultimo parziale ma il tempo gli basta per mettere a segno 11 punti con un incredibile 83% di positività in attacco, mentre il suo alter ego Parodi chiude con 2 miseri punti in attacco (2/6): che questo dualismo obbligato possa rivelarsi il punto debole della corazzata marchigiana?

CMC Romagna – Verona 0-3:

Ancora una battuta di arresto per i ragazzi di Kantor, battuti 3-0 a domicilio da una Verona che in un’ora e mezzo fa il suo dovere. Parziali sempre combattutissimi(25-27, 23-25, 27-29) ma sempre a favore di una più concreta Calzedonia, Kantor ha provato a rimescolare le carte inserendo Della Lunga per uno spento Van Garderen (per lui solo 3/14 nel primo parziale) e Boswinkel per Torres.

In casa Verona ancora molto bene la diagonale di banda Kovacevic-Sander ma l’mvp della serata è stato Anzani, per lui 11 punti e il 67% a rete.

Latina – Piacenza 3-0:


foto Ninfa Latina
Netto 3-0 per i padroni di casa che con questo risultato amplificano la crisi di Piacenza, fermi in classifica al penultimo posto con 4 punti, davanti solo a Milano, ed una sola vittoria. Latina, che parte subito con il “neo” arrivato Sottile, schiera ancora Hirsch titolare e il tedesco ripaga Placì con 16 punti e il 44%. Mvp della serata Sket con 20 punti e il 77% a rete, compresi 1 ace e 2 muri. Deludente Maruotti con soli 3 punti in 2 set (2/11 in attacco, 18%), sostituito nell’ultimo parziale da Tailli, 1 attacco, 1 ace ed 1 muro per lui. 

Per Piacenza una prova deficitaria in tutti i fondamentali: solo 2 ace a fronte di 12 errori (per Latina 7 ace e solo 4 errori), 2 muri contro gli 11 pontini e 41-16% in ricezione (contro 56-19%).

Monza – Padova 3-0:

Con questa bella vittoria Monza si allontana sempre più dalla zona calda della classifica, raggiungendo Latina a quota 12. Finalmente Renan sfodera una prestazione convincente e si prende l’mvp (18 punti e il 44% a rete, con 3 ace), ben coadiuvato dai 14 punti di capitan Botto. A Padova non basta la buona prova di Cook (14 punti, l’unico dei suoi in doppia cifra). 

Le percentuali abbastanza simili nei vari fondamentali sono testimonianza di una partita piuttosto equilibrata, in cui i padroni di casa hanno spinto di più sull’acceleratore nei finali di set, ben diretti da Jovovic.

Prossimo turno
10a giornata di andata SuperLega
Martedì 8 dicembre 2015, ore 18.00
Calzedonia Verona - Diatec Trentino  
Cucine Lube Banca Marche Civitanova - Gi Group Monza 
DHL Modena - CMC Romagna 
Sir Safety Conad Perugia - LPR Piacenza 
Exprivia Molfetta - Ninfa Latina  

Mercoledì 9 dicembre 2015, ore 20.30
Revivre Milano - Tonazzo Padova  Diretta RAI Sport 1