Superlega 6a giornata: Lube in vetta solitaria, Trento batte Modena al tie break

Leave a Comment
Eccoci con il nostro consueto giro di cronache del lunedì, partendo ovviamente dal big match del PalaTrento e dall'arrivo in vetta della Lube Civitanova.

Trento - Modena 3-2:
foto Trabalza
Davanti ad un PalaTrento gremito Trento ha la meglio su Modena al quinto set rimontando da 1-2 una situazione che era diventata piuttosto sfavorevole.

Come già noto alla vigilia nelle fila emiliane manca il francese N'Gapeth volato in Francia per problemi familiari mentre in quelle trentine ancora assente Urnaut (lo sloveno ha comunque effettuato il riscaldamento con il resto della squadra ma si è poi accomodato in tribuna).
Salta anche la sfida dei presidenti sulle tribune dopo le dichiarazioni degli ultimi giorni in quanto la Pedrini si trova in Francia con N'Gapeth mentre Mosna è a casa per malanni di stagione.


Il primo set vive sul filo dell'equilibrio con Modena che si fa preferire ma vanifica il buon gioco con troppi errori in attacco e dalla linea dei 9 metri, Trento è brava a rimanere attaccata al match e a portare a casa il primo set con il minimo scarto (25-23) grazie all'errore al servizio di Petric.

Nel secondo set a fare la differenza è un turno al servizio di Matteo Piano che mette in croce la ricezione trentina, la squadra di Stoytchev perde lucidità e Modena grazie all'ottima partita di Vettori (fino a quel momento uno dei migliori in campo) riesce a mantenere sempre 4-5 punti di vantaggio ed a chiudere il set sul 19-25.

Il terzo parziale si gioca sulla falsariga del secondo con Modena brava a sfruttare le debolezze trentine nel gioco al centro (ancora male Van de Voorde sostituito dal positivo Mazzone e in difficoltà in attacco anche Solè); rispetto al set precedente i trentini rimangono più attaccati alla partita appoggiandosi su Djuric ma sono gli ospiti ad avere la meglio nello sprint finale per il 21-25 che manda i canarini al cambio di campo avanti 2-1.

Lo spunto decisivo per far pendere l'ago della bilancia nel quarto set avviene sul 3-3 quando Antonov si presenta al servizio, se ne andrà sul 9-3 per i campioni d'Italia dopo una serie impressionante; Lanza torna a pungere in attacco e Trento mantiene il vantaggio fino al 25-20 finale rintuzzando il tentativo di rimonta modenese.

Lo stesso copione si ripete nel decisivo tie-break con ancora l'ex Cuneo Antonov a decidere la prima parte di quinto set al servizio consentendo alla sua squadra di cambiare campo avanti 8-4; sul 13-6 la partita sembra conclusa quando un altro buon turno di Piano propizia un parziale di 4-0 che riapre la sfida, ci pensano Lanza da 2 ed Antonov da 4 in ricostruzione a chiudere la sfida.


Civitanova - Verona 3-0:
Primo allungo della gara nel segno degli ospiti, che scappano sul 7-4 con muro
foto Blu Volley Verona
di Kovacevic e invasione di piede di Juantorena. L’attacco di Uros vale l’8-4 e Blengini spende il primo time out. Juantorena arriva in prima linea e la musica cambia, in men che non si dica la Lube recupera lo svantaggio a -1. L’attacco in parallela di Starovic viene chiamato out ma il videocheck ribalta la decisione arbitrale confermando il +2 veronese (9-7).  Nel giro di breve la Lube ribalta il risultato 11-10 grazie a Podrascanin, poi allunga con l’ace del capitano e il doppio muro di Stankovic su Anzani e su Sander 15-11. Anche Christenson si iscrive alla festa del muro portando i suoi sul +5. Starovic mette fine all’emorragia di punti con una bella parallela quasi senza muro poi mette giù anche un contrattacco intelligente (13-17). I padroni di casa giocano in scioltezza e mantengono un comodo +4 (21-17), nelle file veronesi entra Spirito per Baranowicz. Verona recupera un break con il muro di Kovacevic su Miljkovic, il serbo mette a terra anche il contrattacco che vale il -1 e pure quello della parità (21-21). Blengini mette dentro Cester e Cebulj per il finale e la Lube si sveglia: 24-22 nel segno del capitano. Sander sparacchia fuori l’attacco e Civitanova si prende il primo set (25-22): è l’undicesimo errore punto dei veronesi.
Verona pasticciona anche in questo inizio di secondo set, la Lube allunga subito sul 4-1, Spirito è rimasto dentro titolare. Gli ospiti però si rimettono in riga e tornano sotto a -1 (5-6), poi impatta sul 7-7. La Lube incamera subito un break di vantaggio, Verona lo recupera sul 10-10, i padroni di casa allungano ancora 13-10 spingendo forte al servizio. Il divario aumenta 16-11 per i troppi errori in casa veronese, con Juantorena implacabile in attacco. La squadra di Giani recupera qualcosina (14-17) ma la Lube ha un super Podrascanin che con un attacco e un ace lancia i suoi sul +5. Starovic e Kovacevic non si vogliono arrendere ma la Lube ha qualcosa in più (21-17 per i marchigiani). Nel finale Verona ricomincia a sbagliare e regala 6 set point a Civitanova, ne annulla 3 senza paura e Blengini ferma il gioco con il tempo tecnico. Ci pensa il solito Juantorena a chiudere 25-21. 

Civitanova inizia subito con un secco 3-0, poi 7-4 facendo la voce grossa a muro. Il divario si allarga sul 12-5, Giani chiama time out e allontana i microfoni Rai per tentare di scuotere i suoi, mentre dall’altra parte della rete la Lube gioca in scioltezza e vola sul 14-7. Kovacevic non molla e piazza un bell’ace su Parodi, poi Juantorena si prende una murata e Verona torna a -4. Super ace di Starovic per il 12-15, ma i centrali Lube sono micidiali. Verona arriva a -2 con un ace di Lecat, che da inizio set ha preso il posto di uno spento Sander; Blengini rimette in campo il duo Cester-Cebulj, che mette subito a segno il cambio palla. Nel finale di set la Lube torna concreta  e vola a +4 (21-17, poi 23-19) ancora nel segno di Juantorena.  L’attacco di Cebulj vale il 24-20, è sempre lo sloveno a mettere giù la palla che vale il 3-0.


Monza - Molfetta 3-1:
 Importante vittoria per il 6+1 di Vacondio che schianta Molfetta con un netto 3-1; dopo la vittoria nel derby di martedì sera con Milano Monza infila altri 3 punti che consentono un salto in avanti in classifica raggiungendo a quota 7 la CMC Romagna in piena zona playoff e Coppa Italia.

Partita effettivamente sempre condotta dalla squadra brianzola che si appoggia sul talento belga Rousseaux per i punti che scottano. Jovovic è ispirato e gestisce bene le sue bocche da fuoco. Battuta di arresto improvvisa per Molfetta che rimane comunque ancorata alla testa della classifica in attesa della sfida di mercoledì contro Trento. Da segnalare l'ottima prestazione del centrale ex Modena Pieter Verhees che sigla 15 punti con 4 ace, 2 muri e il 75% in attacco.
Piacenza - CMC Romagna 1-3:

Altra sconfitta in casa per Piacenza, la CMC Romagna espugna il PalaBanca per 3-1 obbligando gli emiliani al quinto ko consecutivo nonostante la buona prova dell'opposto serbo Luburic. La squadra di Giuliani non trova la quadratura del cerchio soprattutto in posto4 dove a turno Zlatanov e Papi non riescono ad incidere sulle partite. Dall'altra parte del campo 3 punti fondamentali per una CMC che trova in Torres l'eroe della serata.
Padova - Perugia 1-3:

Fatica più del previsto Perugia ad avere la meglio di una spavalda Tonazzo Padova priva di Berger, lo fa grazie al solito apporto di punti di Atanasijevic e dell'ottima verve a muro dei due centrali Buti e Birarelli (9 muri in due). Fra i veneti ancora buona la prova di Averill e di Quiroga, poco incisivo Giannotti
Latina - Milano 3-2:

foto Top Volley Latina
Un po' a sorpresa Milano riesce a strappare un punto sul campo di Latina al termine di una battaglia conclusa sul 3-2 per i pontini grazie al 21-19 del quinto set.
Sul 2-0 per Maruotti e compagni la partita sembra incanalata verso la facile vittoria dei padroni di casa ma il carattere di Milano esce grazie anche alla buona prova di Baranek e permette ai meneghini di impattare sul 2-2.
Testa a testa estenuante nel tie break che vede vincitori i ragazzi di Placì. Monumentale Hirsch con 31 punti personali.



Prossimi due turni di campionato:

7a giornata di andata Superlega
Martedì 24 novembre 2015, ore 20.30
Sir Safety Conad Perugia - Gi Group Monza  Diretta RAI Sport 1

Mercoledì 25 novembre 2015, ore 20.30
Exprivia Molfetta - Diatec Trentino  Diretta RAI Sport 1

A Ravenna:  CMC Romagna - Ninfa Latina  Diretta Lega Volley Channel

DHL Modena - LPR Piacenza  Diretta Lega Volley Channel

Revivre Milano - Cucine Lube Banca Marche Civitanova 

Giovedì 26 novembre 2015, ore 20.30
Calzedonia Verona - Tonazzo Padova  Diretta RAI Sport 1

8a giornata di andata SuperLega
Domenica 29 novembre 2015, ore 17.45
Cucine Lube Banca Marche Civitanova - DHL Modena  Diretta RAI Sport 2

Domenica 29 novembre 2015, ore 18.00
Diatec Trentino - Ninfa Latina 

Sir Safety Conad Perugia - Exprivia Molfetta 

Calzedonia Verona - Revivre Milano 

Tonazzo Padova - CMC Romagna 

Martedì 1 dicembre 2015, ore 20.30
LPR Piacenza - Gi Group Monza  Diretta RAI Sport 1