Top & Flop A1 Femminile : seconda giornata.

Leave a Comment
Ecco le nostre top & flop della seconda giornata di serie a femminile!!

Igor Gorgonzola Novara - Club Italia 3-1 (25-21, 25-16, 23-25, 25-23) 



Top: Come a Modena é sempre lei a fare la differenza è ad accollarsi il peso dell'attacco nei momenti importanti, Fabris gioca un altro match ad alta quota, é la migliore delle sue per efficenza realizzativa con il 45% finale (23 palloni punto su ben 51 attaccati) con 1 muro ed 1 ace a referto.
Dall'altra parte della rete é l'azzurrina Guerra a giocare un bellissimo match, leader con 42 palloni palloni attaccati (solo Egonu le si avvicina con 29) ed è la più cercata da Malinov grazie alla sua buona vena.
Mette giù 15 punti in attacco conditi da uno straordinario lavoro a muro (4), 2 ace è un'ottima prestazione in seconda linea, dove riceve con buone percentuali.

Flop: Guiggi sembra non essere nella sua forma migliore, i problemi accusati qualche settimana fa sembrano ancora condizionare le prestazioni dell'azzurra.
In attacco piano piano trova ritmo e alla fine ne esce un buon 6/15 (40%), ma è muro che manca il suo apporto, tanta-troppa fatica (0 muri) nel contenere la fisicità e forza delle giovani azzurrine.
Danesi parte titolare, resta in campo per quasi tutto l'incontro ma il suo non sarà un match da ricordare, decisamente fuori partita in attacco con soli 3 punti in 4 set a fronte di 11 palloni attaccati, ma sopratutto assente a muro con 0 centri all'attivo.

Il Bisonte Firenze - Nordmeccanica Piacenza 3-2 (20-25, 25-23, 23-25, 29-27, 15-13)

Top: prova Superba per Vanzurova, gioca un primo set soporifero poi si sveglia e inizia a martellare senza pietà.
E lei la designata che attacca i palloni decisivisi e non ne sbaglia uno, 44% finale e tata sostanza.
Calloni ha monopolizzato i nostri top nella stagione precedente e sembra volerlo fare anche in questa, non da il suo meglio in attacco dove è spesso preda del muro o della difesa ma è a muro che fa la differenza, mettendo a segno 7 centri. 

Flop: Sorokaite non è la stessa vista durante l'estate azzurra, i passi indietro sembrano essere tanti per quanto riguarda la continuità di rendimento.
Non riesce ad imporsi come leader in attacco e fa la differenza in negativo con il suo 28% finale ed il 15% di efficienza. 
Ognjenovic in giornata no, la serba é stata poco reattiva e sopratutto imprecisa, confusionaria la sua distribuzione nonostante una ricezione che alla fine, dati alla mano, non sarà nemmeno così deficitaria.


Unendo Yamamay Busto Arsizio - Sudtirol Bolzano 3-0 (25-22, 25-22, 25-15)

Top: Lowe mette in campo tutte le sue qualità nel match contro Bolzano ed è una delle migliori, praticamente perfetta in attacco con uno spaventoso 56% finale (23/41) con una sola murata subita, attaccata variando tutti i colpi e Bolzano non può nulla.
Poma sfodera una bella prestazione, presidia alla grande tutta la seconda linea con una ricezione molto positiva da 75 di + e 50 ++, ma stessa intensità anche in difesa dove fa vedere belle cose.

Flop: Mari non ripete il bell'esordio e nella gara di Domenica non riesce a trovare colpi ficcanti in attacco, è lei il faro di Bolzano e quando fatica tutta la squadra ne risente, solo 6 punti su 24 palloni attaccati con 4 errori a testimoniare la partita difficile.
Ikic fa compagnia alla compagna di reparto con un basso 4/16 (25%) "contribuendo" a mantenere davvero bassa la percentuale in attacco di Bolzano.

Foppapedretti Bergamo - Pomì Casalmaggiore 1-3 (25-23, 14-25, 13-25, 20-25)

Top: Stevanovic è in continua ascesa e sembra essere sempre più la vera stella di questa formazione, impressionante a muro per capacità di lettura e compostezza stampa anche a questo giro ben 8 murate alle avversarie. 
Aggiunge la sua "solita" pesante prestazione in attacco con 6 punti, la "sensazione" è che la ragazza si iscriverà a breve nel club dei migliori centrali al mondo (ammesso che non ci sia già).
E tutte le volte che qualcuno prova a darla per finita, lei risponde. Sul campo. Dove fa vedere le cose migliori.
Piccinini ha iniziata questa stagione in splendida forma, precisa ed estrosa in attacco, mette per terra 11 palloni su 23 (48%) con la solita conferma in seconda linea.  

Flop: la stessa coppia della precedente partita. Nonostante siano cambiati giorni-avversarie e campo potremmo incollare le stesse parole per descrivere il match di Sylla e Barun.
La prima conferma di essere ancora indietro per quanto riguarda la crescita e l'affermazione in serie A, troppe le difficoltà in attacco con una mancanza di lucidità nelle scelte che spesso fa capolino, 5 punti su 35 palloni sono troppo troppo pochi (5 murate subite).
Ma il problema più grande permane in seconda linea dove l'azzurra non riesca a fornire una prestazione degna nota, chiude con 2 ace subiti, il 19% di positiva e uno scarso 7% di doppio, troppo troppo poco.
Barun non sta  vivendo il suo momento migliore, l'avevamo già notato e lo confermiamo, peccato perchè Bergamo ha davvero bisogno di lei e il 28% finale in attacco non basta.

Metalleghe Sanitars Montichiari - Liu Jo Modena 3-0 (25-23, 25-22, 25-14)

Top: Heyrman è l'unica a salvarsi in una disastrosa serata per tutta la Liu Jo Modena, la ricezione ha permesso a Ferretti di utilizzare spesso i centrali (considerata anche la serata disastrosa degli attaccanti di palla alta) e la belga si è sempre fatta trovare pronta, buona il 6/14 finale, discreta anche la prova a muro con 3 centri,
Tomsia guida Montichiari verso il bottino pieno e lo fa con una prestazione solida in attacco, fredda e precisa nei momenti cruciali, sfrutta ogni pallone alzatole concludendo con un buon 45% finale.

Flop: Bertone parte titolare ma causa una prestazione davvero insufficiente viene sostiuita da Folie, 1/6 in attacco in due e 0 muri all'attivo non sono numeri convincenti.
Di Iulio affonda insieme alla compagne nella serata no modenese, Ferretti la cerca e prova a "recuperarla" per tutto il match ma la schiacchiatrice non risponde positivamente, 7 i punti finali con un basso 27% finale.

Obiettivo Risarcimento Vicenza - Imoco Volley Conegliano 0-3 (23-25, 21-25, 22-25)




Top: Conegliano schianta Vicenza e lo fa con una prova convincente, non era di certo un test difficile, considerate le difficoltà della neo promossa, ma le ragazze di Mazzanti hanno mantenuto sempre la concentrazione chiudendo la contesa in 3 set, le migliori per noi sono state Adams e Ortolani, l'americana lavora bene a muro con 5 centri ma anche in attacco dove segna 5 punti (56%).

Ortolani chiude con il 62% in un match che l'ha vista molto continua e propositiva in attacco.


Flop: Wilson non incide sul match e alla lunga si guadagna la panchina, in due set mette giu solo 2 dei 7 palloni servitigli ma sopratutto lavora in modo scarso a muro dove non riesce ad essere efficace.
Cella è una delle tre attaccanti più cercate da Kipova, 21 i palloni attaccati ma solo 8 vanno a segno a testimonianza delle grandi difficoltà nell'"offendere" la difesa e il muro avversario.