EuroVolleyM, l'Italia non stecca la prima: 3-0 all'Estonia

Leave a Comment

foto Fipav
La nazionale maschile non stecca l'esordio di questi europei italo-bulgari e travolge l'Estonia con un secco 3-0 (25-19; 26-24; 25-15), nonostante un secondo set tutt'altro che agevole.
In evidenza tra i nostri il solito travolgente Zaytsev, che da solo ha letteralmente spaccato il terzo set con la sua super serie al servizio, e un ottimo Lanza. 

L'Italia inizia la gara con il turbo (6-0) e conduce agilmente. Piccolo passaggio a vuoto nella seconda parte di set, ma nel finale allunga con una buona serie al servizio di Lanza, che trova anche l'ace. Dopo un breve ritorno di fuoco degli estoni, chiudiamo 25-19.



foto Fipav
Iniziamo il secondo set in maniera problematica, con Ivan che subisce due murate di fila (0-3). L'Italia sembra un po' confusa e l'estonia ne approfitta per andare al primo tempo tecnico avanti 8-5. Sul 12-10 il gioco rimane fermo diversi minuti poiché gli estoni, dopo un punto assegnato all' Italia, chiamano un video check. Gli arbitri, dopo una lunga attesa, confermano un tocco a muro azzurro che però nelle immagini non si vede. 
I ragazzi di Blengini prima ricuciono lo strappo, poi subiscono un altro break sul 15-17 soffrendo in ricezione. In questo set l'Italia non è lucida e Giannelli perde in precisione. Nel finale di set gli estoni tornano avanti grazie ad un'altra dubbia interpretazione delle immagini del video check, poi allungano fino al 22-19. È dura per gli azzurri, ma Lanza va al servizio 3 suona la carica con un grande ace (21-22). Nel giro di un paio di azioni, Juantorena mette a segno prima il punto del pareggio poi quello del primo set point, annullato con primo tempo in ricostruzione dall' Estonia. Chiudiamo il set con un muro di Zaytsev (26-24).


L'Italia parte con ottimo piglio nel terzo set anche se gli estoni difendono tanto. Sul 7-5 assistiamo allo Zaytsev show che inanella 2 ace, un attacco ed un altro ace, spaccando definitivamente il set. Ivan e soci giocano ora in maniera molto più fluida e con l' ace di Lanza volano sul 14-6. Il punto che vale il 15-7 rimarrà negli annali: Giannelli fa punto in attacco, o meglio con un palleggio a due mani in salto spalle alla rete trova il mani fuori come se fosse una banda d'esperienza.
L'Italia dilaga (17-8, poi 20-10), c'è spazio anche per Massari dentro per Juantorena. Giannelli e soci chiudono in scioltezza sul 25-15.