Bis di vittoria per questa bella Italia, Australia domata 3-0.

Leave a Comment
Bella e convincente l'Italia che stamattina ha schiantato l'Australia, c'è sicuramente ancora qualcosa da limare in vista delle sfide importanti che ci aspettano ma anche oggi si sono viste belle cose in difesa e in attacco, con un Giannelli che non smette di stupire, sia in termini di punti (ben 10) ma anche come lucidità nella gestione del gioco.

Australia - Italia 0-3 (17-25, 18-25, 15-25)

Australia : Douglass-Powell 3, Richards 3, Edgar 12, Walker 3, Passier 1, Mote 4, Staples 7, Guymer, Peacock, Borgeaud, Perry (L), Sukochev, Hodges.
Italia : Zaytsev 10, Lanza 8, Juantorena 10, Piano 8, Buti 6, Giannelli 10, Sottile, Vettori, Rossini, Antonov, Sabbi, Anzani 1, Colaci, Massari.

Come nella giornata di ieri ad aprire il match é Juantorena con un bel mani out preludio di un inizio tutto azzurro complice un Australia molto pasticciona che regala -tanto- sia in attacco (errori diretti) sia in ricezione (disastrosa).
FIVB credit
Al primo time out tecnico sono gli azzurri ad essere avanti nel punteggio per 8-6 con ben la metà dei punti frutto di errori avversari, al ritorno in campo è proprio un attacco out (strano!) di Edgar a regalare l'ulteriore break italiano per il 13-10.
Zaytsev spara out la diagonale e gli Aussie sembrano riavvicinarsi pericolosamente ma l'oppostone azzurro rimedia immediatamente con due ace che rispediscono indietro gli avversari sul -4 (16-12).
La truppa di Santtilli però soffre troppo in ricezione e subisce nel finale di set 3 punti diretti (Lanza, Giannelli, Giannelli) e un mezzo ace chiuso a rete dal palleggiatore azzurro.
FIVB credit
Juantorena regala il primo set point con l'ennesimo mani out ma Douglass Powell restituisce subito il favore con lo stesso colpo e annulla, ma al secondo tentativo Edgar commette un'ingenua invasione che mette fine al primo parziale.
Inizio di secondo set simile al precendente, Lanza e Piano spingono sull'accelleratore per il +3 azzurro, l'Australia fatica ancora troppo ad entrare nel match e in men che non si dica i nostri sono già sul 10-5 con l'ulteriore ace messo a segno.
A metà set però arriva il black out per l'Italia che dall'11-7 si vedono rimontare fino al -1 (11-10) con Edgar e Lanza protagonisti rispettivamente di due attacchi punto e due errori.
Set che prosegue ad elastico con un nuovo allungo azzurro e il conseguente rientro degli Aussie fino al 15-15 con l'ace di Edgar.
Il break definitivo arriva però sul 16-15 con un parziale di 6/0 in favore nostro grazie alla serie devastante al servizio di Piano (anche 2 ace per il 22-15).
Il primo set point lo regala Edgar con un erorre in attacco, Staples annulla ma al terzo tentativo il neo entrato Anzani capitalizza il pallone servitogli da Giannelli e segna il 25° punto.
FIVB credit
Il terzo set è all'insegna di Simone Giannelli che si carica la squadra in spalla con ben 3 punti diretti al servizio e degli ottimi filotti sempre dai 9 metri, gli errori australiani fanno scappare subito gli azzurri sul 12-8, al rientro in campo è un ace dell'alzatore azzurro a provocare il +5 e il cambio dell'opposto nella metà campo australiana (Carrol per Edgar), ma la formazione di Santilli è ormai negli spogliatoi. Altri 2 ace del giocatore trentino e un'altro di Juantorena chiudono il match sul 25-15.