Final six World League : la presentazione.

Leave a Comment

Final six di World League che finalmente prende il via, da questa sera a Rio le sei qualificate si sfideranno per conquistare il primo titolo dell'estate.
Ad ospitare l'evento sarà un impianto molto caro a tutti i tifosi azzurri..
Quel Maracanazinho che il 28 Ottobre 1990 vide trionfare gli azzurri in finale contro Cuba al campionato mondiale.



Le sfide di questo week end faranno anche da anticipazione per le partite del torneo olimpico, in quanto l'impianto sarà proprio lo stesso.
Tutte le gare saranno trasmesse in diretta da Rai Sport 1 (nelle date e negli orari riporti nell'immagine intestazione di questo post), la diretta alternativa la potete seguire sul canale youtube dell'FIVB Fasi finali che prevedono due gironi, nella POOL I Brasile, Usa e Francia mentre dall'altra parte nella POOL J Serbia, Italia e Polonia.



Brasile che ovviamente si presenta ai nastri di partenza da favorito, per il peso specifico del suo roster e con il fattore "campo " - essendo i padroni di casa - dalla loro parte (cosa che all'Italia invece non riuscì a fare nella passata edizione a Firenze quando chiuse terza).

La truppa verde-oro ha concluso la propria fase a gironi conquistando il primato nella pool A davanti a Serbia e Italia, con 28 punti frutto di 9 vittorie e 3 sconfitte.

Sestetto base : Bruno - Wallace come diagonale di posto 2, Lucarelli - Murilo in 4, Lucas - Eder al centro e Sergio libero.



Curiosità statistiche : Bruno è attualmente settimo nella speciale classifica per palleggiatori con 3 soli falli e 461 alzate effettuate.
Il miglior realizzatore interno è Lucarelli che occupa la 3° piazza nella classifica dei realizzatori del torneo con 169 punti ed è il miglior schiacciatore, sempre della competizione, con un'efficacia pari al 56,98%.
Non particolarmente brillante il muro brasiliano in questa WL, il migliore però è Lucas con 73  centri (0,28 per set), lontano dai migliori e dalla vetta.
Eder è attualmente il miglior battitore del sestetto con lo 0,22% di ace per set e occupa l'ottava posizione nella classifica generale.
Non in grande spolvero nemmeno la ricezione brasiliana che non fa segnare grandi dati statistici e rimane piuttosto indietro rispetto ad altre nazionali al contrario di una sempre splendida e concreta difesa (con il solito Sergio sugli scudi). 

L'osservato speciale : difficile trovarne uno solo in una formazione così omogeneamente forte.. Ma noi diciamo Lucarelli. 

Percentuale di vittoria : 25%



USA : i campioni in carica (grandiosa vittoria a Firenze per 3-2 sul Brasile) si ripresentano a queste finali con discrete ambizioni di vittoria, rispetto alla passata stagione all'appello manca solo Rooney mentre il resto è rimasto identico come non è impossibile pensare che rimanga anche il risultato finale.
Squadra giovane ma impressionante ha all'interno tanti talenti già pienamente sbocciati ed esperti come Sander, Holt, Christenson..
Gli Stati Uniti hanno chiuso la loro pool al primo posto con 27 punti (9 vittorie - 3 sconfitte) davanti a Polonia, Iran e Russia.



Sestetto base : Christenson - Anderons, Sander - Russell, Holt - Lee, Shoji.
(con Smith al centro possibile sorpresa partente e Troy pronto a subentrare in 2 in caso ci sia necessità di riportare Anderson in 4).
*Durante tutta la fase di World League Speraw ha utilizzato tutta la rosa a sua disposizione ruotandola con continuità.

Curiosità statistiche : Anderson è il miglior realizzatore della squadra con 136 punti (6° in classifica generale della competizione) e terzo miglior schiacciatore fra tutti con una media realizzativa pari al 51,57%.
Christenson invece è il giocatore più pericoloso al servizio con 0,28 ace per set.
Holt si conferma sempre il migliore muro con 82 block (0,48 per set) e quinto miglior muratore della competizione.


Lo splendido one-hand-block di Holt durante
la finale della World League nella passata estate.

L'osservato speciale : Anderson

Percentuale di vittoria : 22%

FRANCIA : la cenerentola di queste final six è la formazione europea che a Varna ha battuto la Bulgaria e si è guadagnata la possibilità di fare questa esperienza.
Formazione ben nota a tutti i fan campionato italiano,  tutti i giocatori "titolari" hanno avuto esperienza in Italia. Dopo aver vinto la pool d intercontinentale davanti a Giappone, Repubblica Ceca e Korea (con 12 vittorie e 0 sconfitte) hanno schiantato 3/0 in semifinale l'Argentina per poi ripertersi in finale con la nazionale magiara.
Sestetto base : Toniutti - Rouzier, Ngapeth - Tillie, Le Goff - Le Roux con Grebennikov libero. 

L'osservato speciale : ovviamente è Earvin Ngapeth, genio e sregolatezza della formazione francese capace di trascinare letteralmente i proprio compagni a suon di "numeri".

Percentuale di vittoria : 7%

SERBIA : Nikola Grbic è alla sua prima finale da coach della Serbia si presenta all'avvio con uno squadrone, tante le stelle e gli assi nella sua manica a partire da Petric passando per Atanasijevic e Lisinac solo per nominarne alcuni.
Serbia che può contare anche su riserve di grande caratura internazionale (se si pensa che uno tra Podrascanin-Lisinac e Stankovic avrà il ruolo di riserva) che permetteranno di tenere sempre altissimo il livello in campo. 
Sono arrivati secondi nella Pool A con 23 punti (7 vittorie e 5 sconfitte) dietro al Brasile e davanti ai nostri azzurri.

Sestetto base : Jovovic - Atanasijevic, Petric - Kovacevic U., Lisinac - Podrascanin, Majstorovic (libero). 
*formazione base difficile da definire perchè sono molti i giocatori ugualmente forti che possono essere schierati (Stankovic, Kovacevic N, Starovic, Rosic) e Grbic stesso ha sempre ruotato i suoi giocatori senza dare l'impressione di un 6 fisso.

Curiosità statistiche : Atanasijevic è il miglior realizzatore per punti (130 e 8° in class. generale) e per efficacia con il 47,8%.
Il punto forte del sestetto è il muro con 3 rappresentanti che sono probabilmente i migliori al mondo, Lisinac prevale per ora sui compagni con 105 block (0,44 per set); ed è anche il giocatore più fastidioso al servizio con lo 0,25% di ace per set.


L'osservato speciale : Atanasijevic, se ingrana la marcia in attacco e trova anche le misure al servizio sono guai per ogni avversario e la Serbia si candida fortemente.

Percentuale di vittoria : 19%

ITALIA : difficile interpretare la situazione in casa azzurra. Questo inizio di World League non aveva esaltato, anzi al contrario.. Sul piano del gioco i problemi erano molti e dopo gli ultimi malumori e dissapori anche la poca amalgama creatasi ne risentirà. 
Ma... A volte sono le situazioni come queste che danno la scossa giusta anche nell'orgoglio, e i nostri ragazzi potrebbero regalarci qualche sorpresa.
Terzo posto nella Pool con 16 punti (vittorie e sconfitte equamente divise : 6/6) dietro Brasile e la prima avversaria di questa finali : la Serbia. 
Il bilancio negli scontri diretti per ora premia proprio la formazione di Grbic avanti 3 vittorie a 1.ù
*QUESTA SERA ORE 21 (DIRETTA RAI SPORT 1) ESORDIO CONTRO LA SERBIA.

Sestetto base : *sestetto che verrà rivoluzionato a causa dell'episodio che ha riportato in Italia 3 titolari Zaytsev, Travica, Sabbi e la riserva Randazzo.
Giannelli - Vettori, Lanza - Antonov, Birarelli - Anzani e Colaci.

Curiosità statistiche : il miglior realizzatore è Lanza con 122 punti (12° nella classifica generale) e il 44,90% di efficacia.
L'Italia però a muro lavora molto bene sopratutto con Anzani che fino ad ora ha collezionato 101 centri, 0,50 per set.
Il giocatore più "noioso" al servizio è capitan Birarelli con 0,25 ace a set.

L'osservato speciale : l'intero sestetto che dovrà trovare alla svelta meccanismi e lo spirito di squadra.

Percentuale di vittoria : 10%


POLONIA : campioni del mondo in carica dopo la vittoria al cardio palma sul Brasile nel mondiale casalingo dello scorso anno.



Arrivano alle final six reduci da un secondo posto nella pool con 22 punti (8 vittorie e 4 sconfitte) dietro agli USA.

Sestetto base : Drzyzga - Kurek, Nowakowski - Wrona, Mika - Kubiak, Zatorski (L).
* Bieniek che potrebbe pero partire al posto di Nowakowski

Curiosità statistiche : Kurek è il miglio realizzatore della sua squadra e dell'intera competizione con 207 punti (8* miglior schiacciatore per efficacia, 49,86%).
Nowakowski il giocatore più fastidioso a muro,  10° in classifica generale con 130 bloc, 0,42 per set.
Bieniek quello piu fastidioso invece al servizio con 0,25 ace per set.

L'osservato speciale :  Kurek

Percentuale di vittoria : 17%.