Europei 2015: a Busto Italia-Finlandia 3-0, domani quarti con la Russia

Leave a Comment

Davanti ad un Palayamamay quasi tutto esaurito (grazie anche alla foltissima presenza finlandese) l'Italia batte la Finlandia 3-0 nel playoff valido per gli ottavi di finale degli Europei di volley 2015.
Osmany Juantorena - ottima la sua prestazione contro la Finlandia
Italia in campo con la formazione tipo Giannelli - Zaytsev, Buti-Piano, Juantorena-Lanza; l'unica novità arriva dalla panchina dove Rossini è a referto come schiacciatore mentre il secondo libero è Massari. Il coach finlandese Sammelvuo (ex di Cuneo e Vibo fra le altre) risponde con Tervaportti - Ojansivu, Lehtonen-Shumov , Kunnari-Sivula, Kerminen è il libero.
Nel primo set è una nazionale sprecona a scendere in campo, gli errori si susseguono sia dai 9 metri che su azione. Fino al secondo time out tecnico le squadre si rincorrono punto su punto con Giannelli che si appoggia costantemente su Osmany Juantorena, che si carica la squadra sulle spalle e sopperisce alla prova balbettante di Filippo Lanza. Il break decisivo arriva con un turno al servizio dell'alzatore di Trento che propizia il break dal 17 pari al 21-17 grazie al solito Juantorena, abilissimo a trasformare in punto alcune ricostruite azzurre. Ivan Zaytsev con un muro fuori da posto-2 regala il primo set point agli azzurri, è sempre l'opposto della Dinamo Mosca a regalare all'Italia il punto del 25-19 grazie ad una dormita della seconda linea finlandese.

Nel secondo set si inizia sulla falsariga del primo, è l'Italia a menare le danze soprattutto grazie ad alcune imprecisioni nella metà campo finlandese. Al primo time out tecnico il punteggio dice 8-7 Italia; primo doppio vantaggio per Sivula e compagni sul 9-11 grazie ad un fallo fischiato a Lanza in ricezione e ad un ace del mancino Tervaportti; l'alzatore del Fenerbahce si ripete per il 9-12, l'emorragia continua con uno slash di Shumov. E' Zaytsev ad interrompere il periodo negativo per il 10-13 dopo l'ingresso di Rossini per Lanza con l'intento di rinforzare la ricezione. Lo zar porta gli azzurri a -1 e la parità arriva sul 14 con un errore in attacco di Sivula, la serie degli errori finlandesi non sembra finire e un fallo fischiato a Tervaportti vale il sorpasso italiano sul 15-14; il muro di Buti su Sivula porta le squadre alla seconda pausa tecnica (16-14). L'Italia sembra aver preso il ritmo grazie alla serie di Juantorena al servizio che produce altri 4 break firmati da Lanza (2) e Zaytsev (2. 20-14), una grande giocata di Giannelli libera Zaytsev senza muro da zona 2 per il punto del 21-15; gli ultimi punti del set sono un muro di Pippo Lanza, un ace di capitan Buti e un errore al servizio di Sivula per il 25-16 finale.
L'inizio del terzo set è da incubo con i finlandesi che scappano 0-3, il primo punto azzurro  è un palleggio appoggiato di Zaytsev non difeso dalla seconda linea bianco-azzurra. Un video check dubbio  su attacco di Lanza regala ai nostri avversari il punto del 2-6,  prima del time out tecnico arriva la riscossa azzurra con Zaytsev protagonista dai 9 metri e in attacco; Piano impatta sul 7-7 e Sammelvuo ferma il gioco. Torna davanti l'Italia sul 9-8 con un errore di Kunnari in attacco, controsorpasso finlandese con un attacco di Sivula e un mano fuori di Ojansivu (9-11); Juantorena si mette in proprio per costruire il pareggio azzurro (14-14) con un ace e una pipe appoggiata nei 3 metri. Una diagonale su palla alta di Filippo Lanza porta l'Italia avanti al secondo time out tecnico con il vantaggio minimo; il sorpasso finlandese arriva sul 19-20 con un muro su Osmany Juantorena, un video check dubbio per un tocco su attacco del neo schiacciatore di Treia porta l'Italia sul 21 pari. Gli azzurri approfittano della situazione con un ace di Juantorena e un attacco di Lanza tornato su ottimi livelli in questo set; è il muro di Buti a dare il primo match point all'Italia sul 24-21. L'errore si Sittala (entrato per l'infortunato Sivula) al servizio regala agli azzurri il 25-22 finale ma soprattutto il quarto di finale con la Russia.

Dimitry Muserskiy -
centrale della Russia
Buone indicazioni per Blengini sono arrivate da Osmany Juantorena  autore di una grandissima prova in attacco e unico dei portacolori azzurri a trovare un buon ritmo al servizio; per battere la Russia ci vorrà comunque un Italia ancora più efficace sia in attacco che dai 9 metri, non aspettiamoci infatti la stessa Russia che abbiamo dominato poco più di 3 settimane fa nella World Cup in Giappone. Per tutti i tifosi l'appuntamento è su RaiSport1HD alle ore 20.30.

Negli altri ottavi di finale la Serbia rischia moltissimo sotto 2-0 con l'Estonia ma riesce a rimontare e vincere 3-2, domani troverà la Francia di N'Gapeth. Nelle partite giocate in Bulgaria la Germania si sbarazza in 3 set del Belgio e giocherà il suo quarto di finale contro i padroni di casa della Bulgaria. La Polonia invece si troverà di fronte la Slovenia di Giani capace di sbarazzarsi dell'Olanda in 3 velocissimi set.

Il muro a uno di Giannelli su Muserkiy in World Cup, che sia di buon auspicio per la partita di domani