World Cup: Convincente avvio azzurro, battuto un coriaceo Canada per 3-1.

Leave a Comment
L'Italia parte con il piede giusto nella sua avventura asiatica, il Canada lotta, difende (tantissimo) a attacca bene ma non basta per battere una bella Italia.
Nella metà campo azzurra prestazione convincente per Zaytsev, totalmente a suo agio in posto 2 e con un'intesa quasi perfetta con Giannelli.
Buona in generale la prova in attacco, un po' meno la fase difensiva dove i nostri ragazzi non sono stati troppo reattivi e un po' pasticcioni, non eccellente nemmeno la fase di ricezione.
Buono l'apporto a muro (soprattutto di Piano) con 12 centri contro i soli 5 canadesi, meno buona invece la correlazione ace-errori che ha contato un mesto 5-29.
Una prova che per la partita contro il Canada è stata più che abbastanza, da domani con l'Australia ci sarà già da fare qualche miglioramento in più.

Canada - Italia 1-3 (19-25, 20-25, 22-25, 13-25)

Canada: Schmitt 15, Hoag 15, Perrin 14, Duff 7, Jansen 6, Schneider 1, Vigrass 1, Sanders, Lewis (L), Verhoeff, Lankvelt, Winters, Bann, Marshall.
Italia: Zaytsev 20, Lanza 15, Juantorena 14, Piano 9, Buti 7, Giannelli 3, Sottile, Vettori, Rossini, Antonov, Sabbi, Anzani, Colaci, Massari.

Starting six 
Canada : Schneider - Schmitt, Perrin-Hoag, Duff-Vigrass, Lewis (L).
Italia : Giannelli - Zaytsev, Lanza - Juantorena, Buti-Piano, Colaci (L).

FIVB credit
Il primo punto del match è di Osmany Juantorena, che con un mani out mette a segno il suo primo punto ufficiale in una competizione internazionale con la maglia azzurra.
Azzurri che entrano subito in striscia positiva con il primo tempo di Buti e il conseguente errore in attacco canadese, 4-1 e +3.
Piano è attento a muro, stampa Smith e fa segnare il 7-3 e massimo vantaggio (4 punti), Giannelli pasticcia un po' su una alzata e il Canada si riavvicina sul -2 ma un attacco di Lanza (riscatto di Giannelli con una bellissima alzata ad una mano) manda le squadre al primo time out tecnico. 
E' ancora Juantorena a mettere a segno un altro break con un muro sul neo entrato Jansen, il tabellone recita 12-7, i canadesi non ci stanno e tentano di ricucire lo svantaggio vincendo prima una lunghissima azione con una diagonale di Schmitt e poi con un mani out di Hoag che portano sul 12-9 il punteggio.
FIVB credit
La corsa dell'Italia non si ferma: Zaytsev capitalizza un bel pallone, Piano stampa 2 pesanti muri e il vantaggio ora diventa di 6 punti (17-11).
Cambio palla regolare per i nostri sul finire del set, l'ace di Giannelli regala il primo set point sul 24-16 ma qualcosa si inceppa e i canadesi piazzano un break di 3/0 annullando altrettanti set point ma Perrin risolve tutto sparando out il servizio, primo set agli azzurri con il punteggio di 25-19.

Secondo set con un avvio tutto canadese, i ragazzi di Hoag sospinti da Perrin e Duff si portano sul 3-0, ma il vantaggio dura poco perchè Piano con il suo primo punto in attacco nella partita riporta gli azzurri sul -1 e poi ci pensa Juantorena, con una diagonale, a riportare le due squadre in parità.
Gli azzurri vanno in vantaggio per la prima volta nel set sul 9-8 con il muro di Osmany su jansen, ma Schmitt impatta subito e per le due formazioni inizia una fase di set dove il cambio palla funziona alla perfezione per entrambe e rimangono appaiate nel punteggio fino al 13 pari.
Lanza si presenta al servizio e piazza un ace, ma è ancora Juantorena a firmare il break con un mani out, 16-14 e 2° time out tecnico.
Lanza-Buti e Juantorena sono i protagonisti del break fondamentale (dal 19-17 al 21-17) per la vittoria del set, Lanza con una magia (su un alzata difficile di Zaytsev) regala anche il primo set point, questa volta l'Italia chiude subito con un ace di Zaytsev. 

Nel terzo set inizio forte del Canada con Schmitt protagonista e qualche incomprensione di troppo nella metà campo azzurra per l'8-12. L'attacco azzurro è troppo falloso e i canadesi scappano sul 12-18, quando tutto sembra perduto arriva la reazione azzurra comandata da Ivan Zaytsev che porta i suoi sul 20-20. E' un ace fortunoso di Schmitt a dare l'allungo, stavolta decisivo, per il Canada che chiude 22-25.

Inizio di quarto parziale da grande squadra per l'Italia che mette subito sotto gli avversari e al primo time-out tecnico il tabellone recita 8-3, in questo set non c'è storia con un Lanza ritrovato che passa costantemente in parallela e tira forte al servizio (16-9). Nel finale di set spazio anche per Anzani e Massari (per Buti e Juantorena); chiude Zaytsev per il 25-13 finale.

Mvp del match : Osmany Juantorena
FIVB credit
Domattina ancora svegli all'alba, ci aspetta l'Australia!